Cane salvato dal fuoco diventa vigile del fuoco

por

Oggi aiuta migliaia di bambini per proteggere se stessi in situazioni di emergenza.

Jake, un cane di razza pitbull, ho avuto solo 3 settimane di vita, quando divenne presto in un capannone che è stato appiccato il fuoco. Aveva 75% del suo corpo bruciato, tra i cuscinetti delle zampe. Un vigile del fuoco del sito, di nome Bill Lindler, lo ha salvato. I suoi proprietari hanno abbandonato al veterinario, perché non possono permettersi il trattamento. Lo stesso vigile del fuoco che ha salvato lui ha deciso di adottare lui, quando ha ricevuto la notizia.

si riprese rapidamente, diventando la mascotte ufficiale del dipartimento dei vigili del Fuoco. Ora va nelle scuole per aiutare i bambini a imparare sulla sicurezza antincendio, e cosa fare in situazioni di emergenza. Essa ha anche un suo emblema. Il suo proprietario ha detto che l’intenzione era di usare Jake nelle terapie assistite dagli animali negli ospedali, bambini bruciati, ma al momento sono l’addestramento del cane per rilevare un incendio doloso.

Sappiamo bene le storie di cani che aiutano la polizia a trovare le droghe illecite, e anche aiutare nella redenzione di incidenti, di sniffing fino a trovare sopravvissuti, in modo che il lavoro di rilevamento di incendi dolosi per i cani è molto importante e innovativa, al dipartimento dei vigili del fuoco. Prendere che la maggior parte dei cani sono specializzati in questo lavoro, in tutto il mondo.

La storia di Jake mostra che non importa quanto male la situazione di salute dell’animale, dopo un incendio, dobbiamo lottare per essere salvati. Questo succede anche con gli esseri umani, perché il recupero di bruciato è molto difficile e doloroso, ma ci sono casi che si verificano recuperi, come nel caso di questo cane, dove la storia andrà a servire come fonte di ispirazione per molte persone.

Articoli correlati:  Un Torero È Appena Stato Ucciso Dopo Un Colpo Mortale Al Petto, In Diretta Televisiva

prendere la Cura delle ferite non è facile, soprattutto ustioni. Le bende sono dolorose e il recupero è lento, ma non si può perdere la speranza che tutto andrà bene. Oggi, il lavoro di Jake è fondamentale per evitare incidenti come questo. A volte, i bambini non hanno il concetto di come agire in un incendio, e non sanno il pericolo che siete in una fretta di giocare con il fuoco, per esempio.

La consapevolezza attraverso il racconto della vita di Jake può ispirare molte persone, non solo la speranza, ma quanto è importante educare i bambini in modo che essi siano a conoscenza di situazioni di pericolo.

Condividere questa storia con la gente, per la quale tutti cercano di informare come agire in queste situazioni, che spesso può verificarsi accidentalmente, all’interno della casa.