Origine e l’evoluzione di cani

por

Sottospecie del lupo, la storia dell’origine e dell’evoluzione di cani ha inizio, c’è più di 100 mila anni.

Tutti sanno che l’origine di cani inizia con i lupi. Le teorie sull’evoluzione della specie, sono d’accordo l’uno con l’altro nell’affermare che il primo membro di queste specie è il lupo grigio, che ha abitato le steppe del continente asiatico.

nel corso dei secoli, gli esseri umani, attraverso l’allevamento selettivo, ha effettuato il controllo dei cani attraverso la loro qualità, abilità, competenze, caratteristiche fisiche e comportamenti. Questo è il motivo per cui oggi siamo in grado di vedere un mastino (che arriva a pesare 100 kg) per il lato di un chihuahua (che pesa solo 1,8 kg). L’origine e l’evoluzione di cani, tuttavia, è molto più antica.

evoluzione del lupo

Il Canis lupus è un membro dell’ordine carnivori, famiglia canídea. Gli animali della specie sono i discendenti dei primi mammiferi che venne ad occupare il pianeta dopo l’estinzione dei dinosauri, 65 milioni di anni fa.

Il lupo è il Periodo del Pleistocene superiore (300 mila anni fa), di essere un superstite dell’ultima era glaciale. Le varie specie hanno rivelato una grande capacità di adattamento, diventando predatori nelle foreste temperate, tundra, taigas, deserti, montagne, campi e anche in aree urbane.

Attualmente, ci sono tre specie di lupi: grigio (Canis lupus), etiopia (Canis simensus) e rosso (Canis rufus). Il resto, compresi i cani, sono considerati sottospecie.

La facilità di adattamento è dovuto ad una caratteristica di base: un lupo pesa fino a 50 kg, ma, quando si attacca in branco, in grado di abbattere la preda fino a dieci volte più pesante. L’organizzazione sociale è fondamentale per garantire la sopravvivenza della specie.

Articoli correlati:  I passaggi per rendere il cane perde la paura del bagno

Una curiosità: i lupi tendono ad avere il peso e le dimensioni aumentate secondo la latitudine (la teoria forniti da Christian Bergmann, anatomista olandese, vissuto nel XIX secolo e ha stabilito una delle leggi della genetica: le persone native regioni boreali tendono ad essere più grande che gli abitanti di regioni tropicali)).

Un lupo del nord-americano (un abitante di posti vicino al golfo del Messico) pesa 36 kg, mentre gli animali dell’Alaska e la Siberia (Russia) è pari a 80 kg. Questo, forse, è una chiave per capire le differenze trovate nella nostra attuale cani.

L’origine dei cani

nello stesso modo che tutti gli studi sulla teoria dell’evoluzione, il origine e l’evoluzione di cani è basata su teorie. Questo non vuol dire che non è vero – la spiegazione inizialmente proposta da Charles Darwin e Gregor Mendel è dimostrato da diversi studi scientifici –, solo che non vi è alcuna prova concreta circa la comparsa degli esseri viventi.

Una delle teorie sul processo di addomesticamento dei cani stabilisce la separazione tra il lupo (Canis lupus) e il cane (Canis lupus familiaris) è di 135 migliaia di anni. In alcuni siti archeologici, sono stati trovati scheletri di cani (ancora molto simile al grigio lupo) mescolato in uno scheletro umano.

Questo dimostra che la ci sono 135 mila anni, i cani erano già molto vicino all’Homo sapiens – al punto di essere sepolto con i loro partner umani. Altri studi suggeriscono che la cooperazione tra i cani e gli esseri umani è più recente, 30 mila anni fa – con una evoluzione di intensa verificata ci sono 15 mila anni, in particolare, nell’attuale Iraq.

Mesopotamia, in Medio Oriente, la regione compresa tra i fiumi Tigri ed Eufrate, era a casa per le prime civiltà umane. Successivamente il territorio fu occupato dai sumeri, i caldei, assiri e babilonesi (tra il 4000 a. C. 500. C.). Le prime forme di occupazione sono ancora più antica, risalente a nove mila anni fa. E il cane era già lì, il responsabile per la caccia e la protezione dei villaggi.

Articoli correlati:  Dogue de Bordeaux, razza di cane warden

La prima è “il migliore amico dell’uomo” non latiam. In natura, il silenzio è uno strumento essenziale per la caccia e anche per non destare l’attenzione dei predatori. L’abbaiare solo quando arrivarono i cani vanno a hanno la necessità di emettere suoni di allarme; prima che gli antenati dei cani che abbiamo appena urla.

la corteccia è inerente ai cani. Nel alcateias, i lupi hanno sviluppato vocalizzazioni specifiche per comunicare con i soci. Ogni individuo emette un suono specifico. In confezioni – e i cani considerare gli esseri umani parte di loro pack – i cani i disturbi specifici di dimostrare la soddisfazione, la paura, la rabbia, ecc.

per tutte le indicazioni, l’inizio della convivenza tra l’uomo e il cane non è stato facile. Il rapporto non è basato sulla cooperazione, ma di concorrenza per il cibo. In ultima glaciazione (o ice age), che raggiunge il suo apice c’è di 20 mila anni, e copriva il nord America, Europa e Asia, con spesse lastre di neve, la caccia è diventata molto scarse.

i nostri antenati avevano per competere con i lupi per il cibo e sopravvivere. La maggior parte delle prede erano migrati verso regioni più calde, tra i tropici del Cancro e del Capricorno, lasciando il nord e poveri di risorse di alimentazione.

collaborazione con umana

Alcuni lupi imparato che, accanto ai villaggi umani primitivi, è stato facile per ottenere gli avanzi di cibo. Parte di questi individui, il più docile, si è avvicinato l’uomo, accettando di coccole e godersi il calore dei fuochi. In un paio di generazioni, i cani e gli esseri umani hanno cominciato la caccia come una squadra: è stata istituita una partnership che dura fino ad oggi.

Articoli correlati:  Mentre essi stavano celebrando il loro anniversario, la coppia salvato un cane da annegamento nel fiume

Con il tempo, i cani non hanno più la caccia da soli e hanno l’uomo come unica fonte di cibo. E ‘ stato lì che ha iniziato una delle più solide amicizie nel Regno Animale. I cani ci vedono gli esseri umani, il maschio alfa del branco.

Un maschio alfa è la persona che conduce il gregge, ha il diritto di il primo bit di prezas e anche di accoppiarsi con le femmine. Quando un cane rispetta il proprietario, è identificare il proprio posto nella gerarchia del branco.

Negli anni seguenti, l’umanità ha imparato a creare gli animali e, in pochi decenni, di piantare il proprio cibo. I cani, però, non hanno perso la funzionalità: sono diventati i custodi del patrimonio, che stava cominciando a formarsi. Gradualmente, i nostri amici a quattro zampe si sono trasformati in agenti di guardia di sicurezza e, successivamente, della società.

la maggior parte di noi (esseri umani) non ha cacciato giù o creare il bestiame e quasi mai per procurarsi il cibo, ma i cani dimostrato di essere molto versatile: è diventato utile per la protezione, il pascolo, la sicurezza, l’attacco, la guerra, la trazione, lo sterminio dei parassiti e, più recentemente, per combattere il traffico di armi e di droga, guida per non vedenti, e anche come ausiliario di supporto terapeutico, per i bambini negli orfanotrofi, ospedali e anziani nelle case di riposo.